Ricky Martin in Honduras: concerto vietato ai minori di 15 anni perché il cantante è gay



Qualche giorno fa aveva fatto scalpore la notizia della possibile sospensione del concerto di Ricky Martin in Honduras (in programma per il prossimo 16 ottobre) dopo che alcuni gruppi religiosi avevano chiesto al governo di negargli il visto di ingresso dato che la sua omosessualità è ormai di dominio pubblico.
Nessun problema con i testi delle sue canzoni o con i suoi spettacoli, dunque, ma solo riguardo alla persona e a ciò che ha deciso di fare nella sua vita privata. Probabilmente se avesse fatto finto di essere uno sciupafemmine non ci sarebbe stato alcun problema riguardo alla sua esibizione (un concetto che in molti sintetizzerebbero con il semplice uso del termine "omofobia").
Eppure c'è chi ha dato ascolto a queste richieste, come il ministro degli interni honduregno che ha attaccato il compagno e le figlie del cantante affermando: «Questa famiglia non piace ai gruppi cattolici ed evangelisti; non è il genere di famiglia che sarebbe accettata in Honduras e che la famiglia vuole incoraggiare nella nostra società e nel resto del Paese. Per questo motivo ci sentiamo in dovere di proteggere la morale e i principi su cui si basa il nostro paese da una figura che ci rappresenta».
Contro una simile risoluzione si era espressa Sandra Poce, responsabile dei Diritti Umani dell'Honduras, che aveva minacciato conseguenze penali qualora si fosse deciso di impedire l'ingresso del cantante nel Paese.
In queste ore pare si sia giunti ad una decisione definitiva: il concerto si svolgerà regolarmente ma pare che sarà vietato ai minori di 15 anni.
Un divieto che, oltre ad apparire assurdo, sembra messo lì per cercare di creare un alone di peccaminoso e di torbido attorno alla figura del cantante, quasi come se il solo vederlo sia un qualcosa di pericoloso che possa "contagiare" il pubblico. Chissà se l'effetto sarà quello desiderato dalle autorità o se il polverone suscitato non farà altro che alimentare la curiosità e la voglia di dibattito verso certi temi.
3 commenti