La storia di Robbie Rogers diventa una serie tv



La storia di Robbie Rogers, il primo calciatore statunitense apertamente gay, diventerà una serie televisiva. L'annuncio è giunto dalla ABC, l'emittente televisiva che porterà sul piccolo schermo "Men in Shorts".
La trama ruoterà attorno alla figura di un giovane calciatore, nato e cresciuto in una famiglia conservatrice, che si ritroverà a portare la maschera dell'eterosessualità pur di nascondere le sue emozioni. Il tutto sino a quando non troverà al forza di essere sé stesso e deciderà di fare un coming out pubblico. Ma quella non sarà la fine e gli autori intendono mostrare anche ciò che accadrà dopo, con reazioni contenute e non certo sensazionalistiche o troppo drammatiche.
È bene precisare che la serie non è una documentario e la storia sarà romanzata e sarà semplicemente ispirata alla vita del giocatore, evidenziando le difficoltà vissute e spingendo verso una società in cui nessuno debba più sentirsi a disagio nel poter essere sé stesso.
1 commento