L'ira dei lettori de Il Giornale: un Papa che non discrimina è inutile, vogliamo una Chiesa omofoba



È preoccupante come la stampa italiana abbia parlato della lettera inviata dal Papa alla proprietaria della casa editrice Lo Stampatello. Dal Corriere della Sera a Il Tempo, tantissimi hanno sostenuto che «il Papa benedice i libri gender». Peccato che ciò presupponga debba esistere una «teoria gender» e persino dei «libri gender». Ecco dunque come l'integralismo cattolico pare aver vinto nel far presentare concetti inesistenti quasi fossero reali.

Ovviamente anche Il Giornale ha scelto quella formula, anche se ciò che pare più intetessante sono i commenti dei suoi lettori. Sedicenti cattolici che plaudono ad ogni rantolo omofobo preferito da un qualche prelato, ora indultano quel pontefice che non legittima il loro odio. Siamo dunque dinnanzi alla dimostrazione di come la religiosità non c'entri nulla, ma ad interessare è solo il male e la violenza che si vuol giustificare utilizzando il nome di Dio.

Ed è così che fra i commenti leggiamo:

Questo è il papa nero, che nostradamus aveva previsto come ultimo papa della chiesa cattolica. Non nero di pelle, ma nero come l'abito talare dei gesuiti da cui proviene.

Questo ricardatevi bene è un gesuita.... l'ordine religioso più falso del cristianesimo, e ha avuto pure l'ardire di voler infangare il nome di San Francesco. Finirà molto male....

Bergoglio: come distruggere la Chiesa ed i cristiani. Prima ci libereranno da questo infame e dalla sua cricca e prima fermeranno la distruzione della chiesa messa in atto da questo incapace pseudo papa.

E' così il papa benedice queste storie.. D'ora in poi scriverò papa in minuscolo.. dato che -a mio avviso- è sempre in questo modo, più o meno in sordina e che stuzzica l'innata curiosità dei bambini, che iniziano certi "ragionamenti" che poi debordano in altri molto meno edificanti. Ecco .. "santità", spero che il Padreterno la illumini e la protegga molto più di noi quando prende certe decisioni, visto che lei è anche il vicario di Cristo..

Continuo a sostenerlo dal giorno della sua elezione, questo non è un papa della chiesa Cattolica romana.

Ammesso che sia vero..cari amici di strada cattolici (aborro la parola compagni scusate)..è finita se anche il papa oltre che i politici ci tradiscono e non sono più il nostro punto di riferimento, perchè portano avanti valori anti-cattolici, contro la famiglia, siamo alla fine. questo articolo mi ha gettato in un certo sconforto son sincera. Quanto rimpiango il papa RATZINGER,

Vergogna Bergoglio. Ora più che mai sono convinto che con la morte di PIO XII il vaticano sia sedevacante. Da Giovanni XXIII in poi, è stata posta in essere una tragica ed astuta opera di demolizione della Dottrina, del Magistero, della Fede camuffandole con un falso ecumenismo, un modernismo di comodo,un antropocentrismo in netta opposizione con la teologia.vattene, Bergoglio. E vergognati,ancora una volta.

Un nuovo episodio in cui Bergoglio sembra rompere la tradizione della Chiesa e schierarsi, invece, con la "modernità""? Tutto sta a capire cosa significhi "modernità" e cosa "abominio". Se tutte le porcate che stanno ultimamente avvenendo o si stanno dicendo sono per il papa "modernità", affari suoi. Per me Cristiano sono "abominio". Sono "Sodoma e Gomorra". E tali resteranno, a prescindere dalla posizione che sposa il papa.

Benedetto XVI è ancora in vita, quindi uno scisma è sempre possibile... ricordiamoci che questo Papa se la prese con la lobby gay che pilotava le commesse della Santa Sede, oggi invece li difende a spada tratta, ergo hanno vinto loro... Mi domando solo se il prossimo passo sarà quello di togliere i vari crocifissi dalle Chiese (del resto nella cultura cattocomunista, questi simboli devono stare nel cuore di chi ci crede e non nelle aule)...

Copme definire il personaggio che attualmente è Papa?? Allucinante? Inadeguato? Sconveniente? Più semplicemente: è colui che porrà fine alla Chgiesa Cattolica Romana!!

....è un gesuita...e continua a non piacermi, ad istinto lo avvertii al suo primo 'buonasera'. Il mio caro Papa sarà sempre RATZINGER.

La natura stessa ha diviso i generi per migliorarsi: e questo è un fatto inoppugnabile. Fare confusione sui generi significa quindi regredire: e questo è un fatto conseguente. Ovvio il diritto alla esistenza avvolge tutti, anche gli imperfetti di genere quindi vanno accolti ma non sponsorizzati come avviene, ad es., nelle manifestazioni gaypride. Il sindaco di Venezia ha fatto benissimo perché le generazioni future vanno protette ed anche incanalate da sincera sponsorizzazione verso la diversità di genere come la natura stessa ha scelto.
3 commenti