Al via la 14ª edizione del Sardinia Queer Short Film Festival



Dal 4 al 12 novembre 2016, per il quattordicesimo anno consecutivo, l'Associazione culturale e di volontariato ARC Onlus di Cagliari alzerà il sipario del Sardinia Queer Short Film Festival, il primo festival sardo interamente dedicato a cortometraggi e lungometraggi a tematica gay, lesbica, bisessuale, transgender e queer.
I numeri sono da capogiro: si registrano 142 opere iscritte (il 45% in più rispetto al 2015), per un totale di oltre 34 ore di visione che daranno rappresentanza a ben 26 Paesi rappresentati (Italia, Stati Uniti, Cina, Spagna, Grecia, Gran Bretagna, Canada, Germania, Taiwan, Francia, Messico, Costa Rica, Danimarca, Svezia, Lituania, Australia, Brasile, Argentina, India, Irlanda, Hong Kong, Losotho, Ecuador, Iran, Austria, Israele). Inoltre il Circolo F.I.C.C. ARCinema e la Segreteria del Festival hanno preselezionato 33 corti, per un totale di 6 ore e mezza di proiezioni, che saranno valutati dalla Giuria del Pubblico e dalla Giuria del Festival: fra essi si nascondono i vincitori del Sardinia Queer Award, del Sardinia Queer Audience Award, del Sardinia Queer Students Award e dell’ARC Special Award. A questi, si affiancherà la proiezione di altri 23 cortometraggi, selezionati nella categoria Fuori Concorso.
Tra gli ospiti si registra la presenza di Giovanni Dall’Orto, Valeria Testagrossa, Nicola Grignani, Andrea Zambelli e la giuria presieduta da Luisa Percopo.

Al festival si affiancherà il progetto USN|school con l’obiettivo di portare all’interno dell’ambiente scolastico la proiezione di alcuni film selezionati per accendere un dibattito intorno ai temi del bullismo e dell’omo-transfobia.
È prevista la proiezione di due opere italiane: "Un bacio" di Ivan Cotroneo e "Né Giulietta, né Romeo" di Veronica Pivetti e la presentazione del libro "Mamma, papà devo dirvi una cosa" di Giovanni e Paola Dall’Orto. Alle proiezioni, seguirà un confronto aperto: uno spazio senza impostazione accademica, durante il quale le ragazze e i ragazzi potranno confrontarsi sui temi proposti, insieme ai membri dell’Associazione ARC Onlus, dell’A.GE.d.O. e dell’Associazione Studentesca Eureka.

Per maggiori informazioni sul festival e sul programma è possibile visitare il sito ufficiale, la pagina Facebook o l'evento Facebook.
Commenti