"L'uomo che cade" di Marino Buzzi



«Non sai mai come andranno le cose. Ci sono cose che scegli e ci sono cose che ti capitano. Non scegli dove nascere, da chi nascere. Non sai di chi ti innamorerai o se ti accadrà». È con queste parole che Marino Buzzi introduce il sul nuovo romanzo a tematica glbt, edito da Mursia, dal titolo "L'uomo che cade".

Il romanzo ci porterà a conoscere un percorso di rinascita di due ragazzi. Federico è brillante, ambizioso, pieno di vita. Marco è un uomo schivo, riflessivo, con molte fobie. Il destino li ha fatti incontrare e poi li ha brutalmente divisi. Marco, rimasto solo in un mondo che non conosce e non gli appartiene, riesce solamente ad aggrapparsi ai ricordi del passato e agli amici. Ma niente è più sotto controllo nella sua vita e anche i ricordi lo tradiscono rivelando una rete di silenzi e omertà.
Una scoperta dopo l’altra, il passato gli si sbriciola tra le mani sotto i colpi di un destino che sembra impazzito. E allora non gli resta che percorrere a ritroso i dolori e le gioie di una storia d’amore che assomiglia sempre di più a una grossa bugia. E quando tutto è compiuto, tutto è rivelato, il destino lo sorprende di nuovo mettendo sulla sua strada Sara. Perché non sai mai come andranno le cose in questo struggente romanzo d’amore, morte e rinascita.

L'autore è Marino Buzzi, un libraio nato a Comacchio (Ferrara) nel 1976. In passato ha già pubblicato "Confessioni di un ragazzo perbene (2011)" per i tipi Luciana Tufani Editrice e "L’ultima volta che ho avuto sedici anni" (2015) per Baldini & Castoldi. Con Mursia il pamphlet "Un altro best seller e siamo rovinati" (2011). Inoltre è il curatore del blog "Cronache dalla libreria".
Commenti