Chi è Gabriele Rossi, il candidato alla finale del Grande Fratello Vip?



Ne è passato di tempo da quando nel 2009 Gabriele Rossi ha mosso i suoi primi passi da attore all'interno di uno spot delle Macine del Mulino Bianco sino a diventare nel 2016 uno degli inquilini della casa del Grande Fratello Vip.
Nato il 13 marzo 1988 ad Alatri, il provincia di Frosinone, si trasferisce con la famiglia a Frascati dove si diploma presso il liceo scientifico della limitrofa Grottaferrata.
Dall'età di sette anni inizia a muovere i primi passi nel mondo della danza e già all'età di 15 anni vince una borsa di studio con il maestro Mauro Astolfi e, successivamente, vince anche il concorso "Danza Sì" che lo porterà a New York nella scuola di Merce Cunningham e presso l'Alvin Ailey dove amplia il suo bagaglio artistico, quindi si perfeziona presso la scuola del Teatro dell'Opera di Roma sotto la direzione di Paola Jorio.
Nel 2007 vince il primo premio come solista nel concorso internazionale Rieti Dance Festival e nel 2009 si aggiudica il primo posto anche come coreografo nello stesso concorso. Nello stesso anno ha iniziato a lavorare come danzatore insieme agli etoile dell'Opera di Roma Mario Marozzi e Laura Comi in Trilogia Verdiana: Traviata, Rigoletto e Trovatore.
Per lui la carriera da attore ha avuto inizio in un modo del tutto inaspettato. Mentre stava accompagnando la sorella ai provini della prima edizione di Amici, un talent scout l'ha notato ed ha chiesto alla madre di iscriverlo alla sua agenzia. I primi anni passarono quasi in sordina, ma la grande occasione arrivò nel 2008 quando Canale 5 era in cerca di un ragazzo della sua età che fosse bello, biondo, con occhi azzurri e ballerino. Fu preso e nel 2008 Gabriele interpreta la parte del figlio di Margherita Buy nella miniserie televisiva "Amiche mie".  Successivamente è il coprotagonista nella miniserie "L'onore e il rispetto - Parte seconda" e nel 2009 cui debutta sul grande schermo con il film "Meno male che ci sei", per la regia di Luis Prieto. Nel 2010 appare su Rai Uno interpretando il ruolo di Raoul Sacchetti nella serie televisiva "Tutti pazzi per amore 2" per la regia di Riccardo tu Milani e Laura Muscardin (nel quale, peraltro, Gabriele è protagonista di una imperdibile scena di nudo). Nello stesso anno inizia a girare la serie "L'isola" e la miniserie "Un passo dal cielo". L'anno successivo prende parte alla terza stagione di "Tutti pazzi per amore 3".
Senza aver mai abbandonato la sua passione per la danza, nel settembre 2011 vola a Miami, con la compagnia di danza contemporanea GRDC di cui è il direttore artistico nonché il coreografo, e presenta uno spettacolo dal titolo "Pictura Morta" ispirato alla pittura del Tintoretto. Nello stesso anno lavora anche alla terza serie de "L'onore e il rispetto 3".
Nel 2012 è nel cast di "Un passo dal cielo 2" e "L'isola al fianco di Blanca Romero", mentre l'anno successivo è fra i concorrenti dello show "Altrimenti ci arrabbiamo" condotto da Milly Carlucci e nel cast artistico di "Don Matteo 9".  Nel 2014 viene scelto da Pasquale Pozzessere per la produzione documentaristico-cinematografica prodotta da Bianca Film "25 aprile. Lettere di condannati a morte della Resistenza Italiana" con Riccardo Scamarcio, Luca Argentero, Claudio Amendola ed Edoardo Leo.
Nel 2014 anno prende parte alla terza serie di "Un passo dal cielo " mentre nel 2015 debutta come protagonista sul grande schermo nel film "Il Giorno Dopo di Ruggero Deodato". Il 19 settembre 2016 entra a far parte dei concorrenti del "Grande Fratello Vip".

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] [36] [37] [38] [39] [40] [41] [42] [43] [44] [45] [46] [47] [48] [49] [50] [51] [52] [53] [54] [55] [56] [57] [58] [59] [60] [61] [62] [63] [64] [65] [66] [67] [68] [69] [70] [71] [72] [73] [74] [75] [76] [77] [78] [79] [80] [81] [82] [83] [84] [85] [86] [87] [88] [89] [90] [91] [92] [93] [94] [95] [96]
6 commenti