Don Contin, il sacerdote che vendeva sesso mercenario con le sue parrocchiane



Don Andrea Contin, 48 anni, è finito nel registro degli indagati per favoreggiamento della prostituzione e violenza privata. Parroco di di San Lazzaro, una parrocchia nei pressi del casello autostradale di Padova Est, il sacerdote vendeva su Internet del sesso mercenario con le sue parrocchiane.
Si occupava di pubblicare i loro annunci, di mostrare le mercanzia attraverso immagini di nudo esplicito e alle vole era lui a rispondere e contrattare con i clienti che chiamavano i numero di telefono che annetteva agli annunci.
Secondo l'accusa, a partire dal 2014 don Contin avrebbe avuto una relazione sentimentale con una sua parrocchiana ben presto sfociato in una situazione morbose in cui il prete avrebbe abusato di lei con rapporti sessuali estremi e violenti e nei quali avrebbe anche cercato di venderla ad altri uomini in cambio di denaro. Solo due settimane fa la vittima ha denunciato la situazione ai Carabinieri e le indagini hanno portato alla luce l'intera attività di vendita di parrocchiane del sacerdote. Oltre alle prove della sua attività su Internet, i carabinieri hanno sequestrato giochi erotici, fruste, vibratori e video hard.
Il sacerdote sarebbe ora scappato on Croazia per cercare di sottrarsi all'arresto. Pare anche che la Curia avesse ricevuto numerose segnalazioni delle attività del sacerdote ma che, come prassi, avesse deciso di far finta di nulla e di insabbiare l'accaduto mentre il prete se la spassava in resort di lusso con le sue "amiche".
1 commento