"Storia di Lou" di Vincenzo Restivo



Storia di Lou è il nuovo libro firmato da Vincenzo Restivo, membro dell'Arcigay di Caserta e già autore di diversi romanzi. Si tratta di un romanzo duro in cui il tema della diversità è centrale in ognuno dei personaggi, raccontati con quel velo di finzione che nasconde sottintesi in realtà espliciti, espressione di spaccature profonde non solo all'esterno ma anche all'interno della persona.
Il libro racconta la storia di Louis, all'anagrafe di sesso maschile, e di come fin da prima dell'adolescenza rifiuti la realtà del suo corpo e decida di eliminare quelle parti che lo identificano come uomo. Da lì nasce Louise, e per tutti diventa Lou, anche per la madre, che ne accetta l'identità, e per la sorella autistica. Non sarà così per la zia, sorella della madre, conformista e perbenista, presso la quale si trasferirà dopo il suicidio della madre. Le due si scontrano da subito, tuttavia Lou trova un complice nel cugino Even, un giovane paraplegico dalla nascita. Sebbene il primo approccio tra i due sembri ruvido e sgarbato, forse un’iniziale reazione difensiva alla paura di non essere accettati dall'altro, presto la loro apparente rivalità si evolve in una profonda sintonia, una complicità figlia dell’esigenza di protezione tra esseri similmente diversi.

L'autore, Vincenzo Restivo, è nato a Caserta il 26 novembre 1982. Scrittore e mediatore linguistico e culturale, laureato in lingue e letterature straniere. Nel 1998 ha pubblicato per Gruppo Edicom edizioni il suo primo romanzo per ragazzi The Farm. Nel 2003 ha diretto il cortometraggio Yeux de Sorciére, presentato al concorso Les petits lumieres, riscuotendo un ottimo consenso da parte della critica. Nel 2013 ha pubblicato con Watson edizioni, il suo secondo romanzo, L’abitudine del coleottero. Sempre con Watson edizioni, nel 2014 ha pubblicato il romanzo Quando le cavallette vennero in città e nel 2015 Il tempo caldo delle mosche, terzo e ultimo capitolo della "Trilogia degli insetti". Storia di Lou è il suo ultimo romanzo.
Commenti