Frase choc del presidente del parco delle Cinque Terre: «Vabbè, lo sterminio... però Auschwitz ha portato tanto turismo»



Il Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione si unisce all'indignazione dell'Assessore regionale al Turismo della Liguria Gianni Berrino e del Portavoce della Comunità ebraica ligure Ariel Dello Strologo riguardo la frase choc del presidente del Parco delle Cinque Terre, Vittorio Alessandro, che aveva postato su Facebook la frase «Vabbè, lo sterminio... però ha portato tanto turismo»" in riferimento ad una fotografia di un campo di sterminio nazista.
La presidentessa del Comitato, Aleksandra Matikj, commenta: «Ero venuta a conoscenza di quel post tramite l'Amico Maurizio Ferraioli del Partito Democratico che mi disse che era molto offensivo e, quando lo vidi con i miei occhi, ricordo di essere rimasta incredula, facevo davvero fatica a crederci... Un'immagine del lager davanti a quelle parole tanto offensive quanto fuori luogo. E pensai al mio nonno Serbo che in Macedonia si ritrovò davanti ad un Albanese che aveva l'ordine dai nazisti tedeschi di deportare lui e la nostra famiglia ai campi di concentramento ma non lo fece perché lo riconobbe, erano vicini di casa. Gli disse: "Ma io ti conosco a te... mi ricordo di te... Io sparo in aria e tu, scappa... scappa!!" Erano tempi molto difficili quelli della seconda guerra mondiale e la mia famiglia è stata molto fortunata ma tante altre no... Solo dalla Jugoslavia sono state uccise 60 mila vittime, per non parlare di milioni di Ebrei sterminati assieme ad altre vittime in quei luoghi di orrori. Per questo motivo mi sono premurata di avvisare i Vertici della Comunità Ebraica in Liguria Ariel Dello Strologo ed il Rabbino Capo Giuseppe Momigliano in merito al vergognoso post del SignorVittorio. Personalmente, credo che le Scuse ufficiali tramite la stampa siano dovute, si è scusato su Facebook ma comunque si dovrebbe vergognare. Se soltanto oggi penso ai miei amati nonni Jugoslavi, a mia madre, al fatto che io probabilmente non sarei nemmeno nata se loro fossero stati trascinati in quei lager, mi vengono i brividi... davvero inaccettabili le sue parole perché quelle vittime non erano soltanto uccise ma torturate nel peggiore dei modi e questo non va dimenticato, mai».

Clicca qui per vedere il post pubblicato su Facebook.
1 commento