Secondo lo Spiritual Science Foundation Research, l'85% dei gay sarebbe posseduto da spiriti malvagi



Pare ormai che i gruppi anti-gay non sappiano più cosa inventarsi pur di legittimare la loro omofobia. Ed è così che i maghi dello Spiritual Science Foundation Research affermano di aver scoperto che l'omosessualità sarebbe causata da spiriti maligni (che ovviamente si propongono di scacciare dietro lauto pagamento).
Il gruppo sostiene che l'85% dei gay sarebbero possedute da entità spettrali. Sostengono anche che «la causa principale dell'orientamento gay è la possessione da parte di fantasmi femminili» e che «è il fantasma femminile che in loro ad essere attratto da altri uomini». Ovviamente sostengono anche che le lesbiche siano donne posseduti da «fantasmi maschili».
La loro assurda teoria è dunque che «la coscienza del fantasma vince sul comportamento della persona nel e produce un'attrazione omosessuale». Ma è ostentando una certa omofobia che si spingono anche nel sostenere che «a causa della possessione spettrale, la maggior parte della popolazione lgbt è influenzata da energie negative che danno loro pensieri che portano a esibire la loro omosessualità in maniera spudorata e persino aggressiva». E riguardo ai Gay Pride, spergiurano che emanino «energia negativa in un raggio di 10 chilometri».
La loro tesi finale è persino peggiore delle loro teorie, dato che si lanciano nell'affermare che «così come ci insegnano sin da bambini di non giocare nell’acqua sporca e di non mangiare il fango, allo stesso modo abbiamo bisogno di educare la società ciò che è corretto dal punto di vista spirituale.Omettendo di farlo, si corre il rischio di un ulteriore calo della giustizia e di conseguenza le persone diventeranno più infelice».
3 commenti