Esorcismi sui gay, un altro ragazzo dice di aver subito i medesimi abusi dal prete di Casarano



L'esorcismo praticato dal prete di Casarano ai danni di un ragazzo gay che è stato mostrato in un servizio delle Iene non sarebbe un caso isolato. A raccontare di essere passato dalla tessa esperienza attraverso la medesima parrocchia è un ragazzo intervistato dall'emittente salentina Telerama.
La decisione di uscire allo scoperto e di raccontare i fatti è una conseguenza dell'offesa ricevuta da un sacerdote che ha negato tutto e che ha parlato di «una montatura» a fronte di quello che lui stesso aveva sperimentato sulla sua pelle.
L’episodio risale all'estate 2014, quando il ragazzo si era rivolto al prete per chiedergli consiglio riguardo ad una situazione di insoddisfazione che stava sperimentando. Ma ben presto si è ritrovato a vivere una situazione surreale: «Quando ho fatto percepire la mia omosessualità, il prete ha cambiato atteggiamento ipotizzando che potessi esser posseduto da qualche entità…Mi guardava negli occhi, chiamava i demoni…poi mi soffiava nell’orecchio e mi ha premuto forte sulla pancia. Quell’incontro mi ha scosso. Per una decina di giorni ho dormito con le finestre chiuse e la luce accesa, nonostante fosse pieno luglio».
Il ragazzo non è mai più tornato dal sacerdote e ha cercato di dimenticare l'accaduto, perlomeno sino a quando non ha rivisto l'uomo che negava ciò che avrebbe fatto anche lui.«Non siamo solo noi le vittime -ha poi aggiunto- molti sanno che non è nuovo a queste pratiche e mi preoccupo che qualche adolescente possa subire ciò. Quello che dice il prete non è vero. Non c’è stata alcuna montatura. Ciò che Billy ha fatto vedere è successo anche a me».

Clicca qui per guardare il servizio.
1 commento