Il cinema che boicotta La Bella e la Bestia, per sbaglio lo sostituisce con un film sulle drag queen



È così bello da sembra una favola, ma il cinema che nei giorni scorsi è stato al centro delle polemiche per avere boicottato il film disney "La Bella e la Bestia" a causa dell'omosessualità di uno dei personaggi, ha messo in programmazione "Fierce" (un documentario sulle drag queen) credendo fosse una pellicola fantasy. Nel farlo la proprietaria, Carol Laney, ha scritto su Facebook “Noi non scendiamo a compromessi su ciò che insegna la Bibbia, venite da noi a vedere film sani, senza preoccuparvi di scandali, nudità, omosessualità e linguaggio volgare“. Quando poi ha scoperto che tipo di film era "Fierce" ha spiegato che è stata tutta colpa della locandina, in quanto essa ricordava Game of Thrones. Ha poi aggiunto che ovviamente anche questo documentario sarà eliminato dalla programmazione.

Marco S.
1 commento