In Irlanda del Nord a breve potrebbe arrivare il matrimonio egualitario



Dopo la recente elezione anticipata in Irlanda del Nord (causata da una caduta di governo) parrebbero esserci i numeri per introdurre il matrimonio egualitario.
Ora i partiti avranno tre settimane per formare una maggioranza di governo e, nonostante Arlene Foster (colei che precedentemente si oppose con un veto al matrimonio egualitario malgrado il 70% della popolazione si dichiarasse favorevole) sia designata come premier, ora le condizioni politiche sono molto differenti, in quanto, il partito di governo (DUP) non dispone più di un numero sufficiente di seggi al congresso tale da imporre il veto, in quanto, ne possiede solo 28 dei 30 necessari.
3 commenti