Padre Piero Riggi: «L'omosessualità è una tendenza satanica. I gay rischiano la dannazione eterna»



«Quando invece un gay è orgoglioso di esserlo, c'è il rischio della dannazione eterna». Lo afferma padre Piero Riggi, sacerdote della Parrocchia Santa Croce di Caltanissetta, in un'intervista rilasciata a Rita Sberna per il sito ultra-integralista "Cristiani today".
Tra varia banalità e gli slogan ripetuti a pappagallo, il sacerdote esprime anche posizioni molto violente che non paiono tollerabili, come per l'appunto il sostenere che i gay bruceranno all'inferno per l'eternità nel nome di un Dio che lui teorizza come una divinità iraconda che disprezza chiunque non penetri una vagina nel suo nome. Ed è facendo riferimento alle fantomatiche "terapie riparative" dell'omosessualità che il sacerdote afferma:

Le cause dell’omosessualità sono tante ma è importante capire che è una distorsione. Dobbiamo anche precisare che ci sono tanti omosessuali che tramite un cammino spirituale hanno ritrovato se stessi, si sono sposati ed hanno avuto figli.
Ho letto vari libri sugli omosessuali ed uno dei tanti afferma che tra maschio e donna ci sono delle differenze sostanziali sia sul modo di pensare che di agire ma soprattutto fisicamente. Nel caso degli omosessuali non c’è una malformazione genetica e scientificamente non possiamo nemmeno dire che sia una malattia.
Come cristiano e come sacerdote mi sento di dire che l’omosessualità può portare alla morte spirituale. La mia preoccupazione è pensare a come sarà l’eternità per queste persone, perché non è Dio che condanna ma è l’uomo che si condanna chiudendosi all’azione salvifica di Dio. L’omosessuale che sa di essere in una condizione sbagliata, si apre all’azione salvifica di Dio chiedendogli aiuto. Quest’apertura lo porta alla salvezza eterna! Quando invece un gay è orgoglioso di esserlo, si chiude all’azione salvifica di Dio e c’è il rischio della dannazione eterna! Lo Spirito produce il corpo: se il tuo corpo è maschile sei uomo, se il tuo corpo è femminile, sei donna.

Sostenendo poi che il rispetto delle diversità sia «una bomba atomica» e «un pericolo gravissimo», padre Piero Riggi si lancia nell'asserire che «la Chiesa, la popolazione e l’uomo non sentono come qualche cosa di suo la cosiddetta ideologia gender, ma essa viene imposta da qualcuno che sta in alto. Se noi analizziamo la teoria Gender ci accorgiamo che viene imposta dall’Onu e dall’Organizzazione».
Ma è tornando a condannare i gay che ben presto torna a dichiarare: «Abbiamo molte testimonianze sull’esistenza dell’inferno. Chi è morto spiritualmente rischia la dannazione eterna. L’omosessualità è un peccato grave che colpisce l’intimo dell’uomo».

Tragicomica è anche la sua idea di cosa sia l'omofobia:

In realtà il termine “omofobia” viene utilizzato da alcune persone, per suscitare il problema e dare una risposta già preparata. Ci tengo a dire anche che c’è una netta differenza tra gli omosessuali e i gay.
Gli omosessuali sono persone che si ritrovano ad avere questo problema, per una storia vissuta in sofferenza, e vivono la loro situazione nel silenzio.
I gay invece sono quelle persone che, ignorando il problema dell’attrazione verso una persona dello stesso sesso, dicono che questo è un qualcosa di normale e mostrano di esserne orgogliose .
Gli omosessuali sono quelle persone che sono contrarie all’adozione dei bambini da parte delle coppie gay, perché loro sanno che è una cosa terribile per un bambino. Molti omosessuali sono contro l’atteggiamento spudorato dei gay. Lasciatemi passare il termine, ma questa è una tendenza satanica!

Citando a casaccio stralci di propaganda integralista, il sacerdote sostiene anche che qualcuno si sia «opposto all’ideologia Gender» come nel caso «della Francia che si è ribellata a questa ideologia. I genitori dei bimbi francesi si sono tutti opposti a tale ideologia, dal momento in cui hanno visto i loro figli stare male e non dormire più la notte. Ci sono stati dei casi in cui i bimbi si sono ribellati alla maestra che voleva mettere ai maschietti il rossetto. Mentre in Germania la legge è passata, e i genitori che si sono ribellati nelle scuole sono stati condannati a 3 anni di carcere».
In realtà nessuno ha mai messo rossetto ai bambini francesi, così come la storia dei genitori tedeschi è un po' diversa da come la raccontano i siti integralisti. Innanzi la polizia ha multato e non arrestato quei genitori che avevano tenuto a casa loro figlio per impedirgli di partecipare ad una lezioni di educazione al rispetto, ma questo perché in Germania la scuola dell'obbligo è obbligatoria e multe identiche sarebbero giunte anche se lo si fosse trattato di un'assenza ingiustificata dall'ora di educazione fisica.

Meno contestualizzata è la sua teoria volta a sostenere che «in Italia ci siamo salvati da quest’ideologia Gender perché abbiamo due camere: quella dei Deputati e quella del Senato. Una legge del genere deve essere approvata da entrambe le camere. La Camera dei Deputati aveva già approvato tale legge mentre la Camera del Senato non ha approvato, inoltre il popolo italiano si è ribellato avendo avuto una forte reazione che nemmeno i Politici si aspettavano. Grazie a Dio la legge non è passata grazie all'opposizione del Senato e adesso i fautori della legge vorrebbero depotenziare il Senato per far passare il Gender come legge!». Il riferimento a alla proposta di legge per la legge contro l'omofobia: apprendiamo così che il semplice sostenere che non si possa andare in giro per strada a pestare a sangue i gay sia da lui ritenuta «un'ideologia gender» sgradita a Dio.
16 commenti