Germania. La legge contro le fake news e l'odio in rete incassa il via libera



Mentre un gruppo sempre più esiguo di Sentinelle in piedi sono scese in piazza per difendere l'odio e la menzogna propagandata tramite la rete, la Germania ha dato il via libera alla legge contro le fake news. Sono previste fino a 50 milioni di euro in cui incorreranno i giganti del web come Facebook, YouTube o Twitter qualora non dovessero essere in grado di cancellare o di rendere inaccessibili minacce e commenti offensivi e diffamanti, incitazioni all'odio o a altri reati penali. Qualora il Bundestag dovesse dare la sua approvazione, si tratterà la più severa legge anti-fake news del mondo.
La legge impone la cancellazione di materiale illegale entro 24 ore, nonché la nomina di un responsabile tedesco che possa rendere più semplici e accessibili i reclami.
L'associazione degli editori tedeschi VdZ sostiene si sia dinnanzi ad una forma di censura, ma il governo ha già replicato che «per noi la libertà d'opinione finisce là dove comincia la calunnia».
Commenti