Hacker israeliani attaccano un sito libanese impegnato nella sensibilizzazione sulla salute delle persone lgbt



Hacker israeliani hanno attaccato il sito di LebMASH, un'associazione libanese in cui dottori, psichiatri e psicologi si battono per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla marginalizzazione delle persone lgbt in tema della salute.
Gli hacker hanno sostituito l'home page con pesanti insulti diretti alla popolazione lgbt, inserendo anche una bandiera israeliana affiancata alla scritta: “State fuori da Israele, è un ordine”. Solo poche settimane fa l'associazione aveva lanciato una campagna pubblica sui temi della salute per le persone lgbt.
Il presidente di LebMASH, Omar Fattal, ha raccontato: «Avevamo già ricevuto messaggi negativi su Facebook in passato, ma mai un attacco del genere. Siamo davvero delusi del fatto che, chiunque ci abbia attaccato, non ha avuto il coraggio di contattarci direttamente per discutere di ogni eventuale differenza di opinione».
2 commenti