Ivan Scalfarotto si unisce civilmente con il suo compagno



Ivan Scalfarotto si unirà civilmente con il suo compagno questo sabato dopo oltre 11 anni di vita vissuta insieme. È la la prima volta che un membro del governo italiano usufruisce del nuovo istituto (purtroppo ancora parallelo a quei matrimoni che l'integralismo vorrebbe restassero riservati a quella nuova "razza ariana" di cui si auto-proclamano massimi esponenti).
L’unione si svolgerà a Milano è sarà officiata dall’assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino, da sempre molto vicino alle politiche antidiscriminatorie. Pare che alla cerimonia sarà presente anche il sottosegretario alla presidenza del consiglio dei ministri, Maria Elena Boschi.
Tutto questo avverrà ad un anno dall'approvazione della legge sulle unioni civili che, pur riservando alle famiglie gay il cacofonico appellativo di "formazioni sociali speciali", costituisce comunque un passo avanti contro un'ingiusta discriminazione inflitta da chi ritiene che i suoi pruriti sessuali bastino a giustificare privilegi assoluti a danno delle minoranze (spesso scomodando Dio come giustificazione al loro pregiudizio).
4 commenti