Will Young racconta di essersi iscritto a Grindr, ma tutti pensavano fosse un fake



«Ho detto ad un amico che volevo andare avanti e scaricare Grindr perché non avevo rapporti intimi da più di due anni, ma ero preoccupato per la mia popolarità. Lui mi ha convinto e io mi sono detto "chi se ne importa, sono un adulto, lo faccio". Purtroppo non è andata bene, la gente mi segnalava come fake e l'app ha chiuso il mio profilo. Ormai è andata così, poi avrebbe potuto andare peggio. Ora voglio una relazione che è una cosa diversa da fare una sveltina». È quanto ha dichiarato Will Young in un'intervista rilasciata al Guardian.
Commenti