Militia Christi: «Sosteniamo tutte le casa-vacanza che non accettano coppie gay»



È facile comprendere perché mai il gruppo di estrema destra Militia Christi si trovi così a suo agio nel collaborare con l'integralista Mario Adinolfi in una strenua promozione della discriminazione e dell'odio contro interi gruppi sociali. Entrambi amano nominare invano il nome di Dio quale giustificazione ad ogni più perversa forma d'odio. Entrambi fanno leva sul nome dei bambini per danneggiare il loro futuro. Entrambi ritengono la preghiera come uno strumento politico di offesa. Ma, soprattutto, entrambi si dicono convinti che agli atri debbano essere negati quei diritti che loro esigono per sé stessi. Come direbbe Orwell, i maiali sono tutti uguali ma alcuni si credono più uguali degli altri.

Capita così che in difesa di Mario Adinolfi e del suo incitamento all'illegalità a danno dei gay, il gruppo di estrema destra ha pubblicato su Twitter un messaggio in cui affermano:

Sosteniamo tutte le casa-vacanza che non accettano coppie gay, in nome della dignità umana, della libertà propria, nonché della propria casa.

In altre parole, esigono che se una persona decide di guadagnare soldi affittando un'abitazione attraverso annunci pubblici, possa fregarsene delle leggi in vigore perché l'abitazione è sua (un po' come se un bar potesse dire che qualcuno non deve poter entrare dato che i muri sono di proprietà).
Ciò ci dovrebbe portare a pensare che questa gente sia convinta che tutto sia "libertà" e che chiunque debba poter discriminare chi vuole. Praticamente ognuno di noi dovrebbe sentirsi libero di poter mettere annunci o cartelli che informano che i cani possono entrare ma l'ingresso è severamente proibito all'integralista Adinolfi o ai seguaci integralisti. Ma così non è, dato che i miliziani di Militia Christi non si sono attardati nel minacciare e intimidire alcune persone che hanno espresso la propria opinione dicendo che li denunceranno penalmente. La contraddizione è dunque evidente: perché mai loro dovrebbero poter impunemente offendere migliaia di persone mentre minacciano denunce contro le persone da cui loro si dicono offese?
5 commenti