È morto Carlo Caffarra, il cardinale che odiava gay e divorziati



È morto a Bologna il cardinale Carlo Caffarra. Il 79enne era considerato una figura di spicco dell'integralismo cattolico, costantemente impegnato a sostenere che i dogmi dell'uomo dovessero valere più del messaggio d'amore di Gesù e che la religione fosse uno strumento con cui emanare condanne morali contro tutto e tutti. Tra le sue mire preferite c'erano gay e divorziati.
Caffarra decise di firmare i dubia contro le aperture ai divorziati risposati volute da Papa Franbcesco e collaborò con altre figure vicine alla destra cattolica, come i cardinali Raymond Leo Burke, Walter Brandmuller e Joachim Meisner.
Commozione è stata espressa da neonazisti e personaggi politici di estrema destra. L'integralista Gianfranco Amato ha colto l'occasione per raccontare ai suoi proseliti che lui, quale cattolico può cattolico tra i cattolico in virtù del suo scondizionatolo odio verso gay a immigrati, sicuramente andrà in paradiso e lì potrà sicuramente riabbracciare quel cardinale che insieme a lui ha orchestrato un'aggressione contro interi gruppi sociali.
15 commenti