La polizia di Zanzibar: «Daremo la caccia ai gay»



La polizia di Zanzibar ha annunciato che inizierà a «dare la caccia» ai gay. È quanto dichiarato da Hassan Ali Nasri, comandante della polizia sull'isola della Tanzania, all'agenzia stampa tedesca Dpa.
A dimostrazione di come la minaccia non sia un bluff sono i rad iniziati la scorsa settimana, attraverso i quali la polizia ha già provveduto ad arrestare 20 persone accusate di omosessualità. «Non intendiamo tollerarli, daremo loro la caccia e li perseguiremo perché l'omosessualità è illegale nel nostro Paese», ha affermato.
In Tanzania l'omosessualità viene punita con pene che arrivano fino a 30 anni di carcere.
In luglio Amnesty International aveva denunciato «un giro di vite senza precedenti» contro gli omosessuali in Tanzania. Il governo di Dar es Salaam ha anche chiuso tutti i servizi legati alla cura e la prevenzione dell'Hiv, sostenendo fossero un incoraggiamento all'omosessualità.
2 commenti