Disney Channel racconterà ai ragazzi il percorso di accettazione della propria omosessualità



Andi Mack (che ha debuttato in Italia lo scorso settembre) è una tra le serie per adolescenti più seguite negli Stati Uniti.
La protagonista è la tredicenne Andi, impegnata in vicende che coinvolgono la famiglia e i suoi due migliori amici, Cyrus e Buffy. Se nella prima stagione Andi scopre che quella che credeva fosse sua sorella è in realtà sua madre e quella che credeva fosse sua madre è sua nonna, nella seconda stagione scoprirà di provare dei sentimenti per il suo compagno di classe Jonah. Ma anche Cyrus scoprirà di provare qualcosa per Jonah e da lì prenderà il via il suo percorso di accettazione della sua omosessualità.
Si tratta di una svolta importante per Disney Channel, sempre più impegnato nella promozione del rispetto e nel contrasto ai pregiudizi. E si tratta anche di un messaggio importante a sostegno di tutti quei bambini che hanno la sfortuna di vivere in famiglie integraliste che li costringono a subire messaggi d'odio veicolati dai loro stessi genitori.
E se i vari Savarese statunitensi sono tutti impegnati a sostenere che la scuola non debba impicciarsi delle esigenze dei ragazzi quando si è dinnanzi a chi potrebbe spingerli persino al suicidio nel nome di un presunto sentimento religioso, ecco che è società civile che toccherà il compito di fare ciò di cui la politica non ha il coraggio, promuovendo una cultura del rispetto in difesa dei bambini.
Commenti