Ignazio, Cecilia e il mistero dell'armadio



Pare esserci più interesse per l'armadio del Grande Fratello che per quello che conduceva a Narnia. Tutto nasce da alcune immagini trasmesse da Mediaset Extra, nelle quali si vedeva Ignazio in piedi davanti a Cecilia all'interno dell'armadio della camera da letto. E mentre l'audio pareva confermare tutte le illazioni possibili, la regia ha repentinamente staccato l'inquadratura per mostrare un'altra stanza.
Se le illazioni parevano inevitabili, alcuni quotidiani hanno soffiato sul fuoco. Alcune testate di destra (soprattutto quelle che si stracciano le vesti dinnanzi ad un casto bacetto tra due uomini) si sono messi a raccontare con pruriginosa dovizia di particolari che l'atto sessuale si sarebbe stato. Ad esempio è in un articolo classificato nella categoria «sesso orale» che Il Tempo spiega ai suoi lettori che Cecilia e Ignazio «erano dentro l’armadio. Senza malizia, ma con coraggio e sprezzanti del pericolo possiamo dire che lei fosse in ginocchio (dalle immagini si vede il pantalone di seta rosa) gambe unite e lui in piedi pantaloni leggermente calati. Mugolii, rumori e “muovi il bacino sono il capitan Uncino”». Spiega anche che i due «hanno badato a lasciare le ante dell’armadio aperte quel tanto che il regolamento stabilisce per non essere esclusi dal gioco, come fu per Pamela Prati. Tramortiti e stravolti dalla passione ma sempre con giudizio. Quando sono usciti, il GF ha chiamato Ignazio Moser in confessionale. “Ops siamo stati sgamati” ha commentato la pia e devota Cecilia».

Dopo una settimana in cui si è detto e spergiurato di tutto, è sull'inizio della prima serata che Ilary Blasi ha mostrato alcune immagini che dovrebbero dimostrare come Cecilia non avrebbe praticato una fellatio a Ignazio. Il tutto davanti a quei bambini che Il Tempo sostiene debbano essere "difesi" dall'educazione al rispetto ma non dalle fantasie erotiche di quei fondamentalisti che probabilmente si erano persino eccitati dinnanzi al loro racconto.
Se anche dovessimo prendere per buona quella versione dei fatti, pare presumibile che la redazione del programma abbia colpevolmente lasciato montare la polemica per essere certa di accaparrarsi un qualche punto di share in più. Ma in un Paese dove c'è chi scende in piazza dubitando che i vaccini servano a salvare la vita dei loro figli, inevitabile è che sui social si scatenasse la rivolta dei complottasti. In particolar modo c'è chi lamenta che Mediaset abbia mostrato un video in cui si mostra solo il finale, senza spiegare i suoni che si sentivano. Altri parlano di un paio di pantaloni diversi da quelli del filmato originale, anche se da un confronto diretto pare ipotizzabile si tratti solo di una diversa esposizione:



Restano comunque i suoni non giustificati e una totale assenza di riferimenti temporali tra le immagini di Mediaset Extra e quelle mostrate da Ilary Blasi. Quanto basta per assicurare che si continuerà a parlare ancora a lungo di armadi e fellatio.
Se poi si prendono a riferimento le edizioni estere del Grande Fratello, dove sesso e nudità vengono vissute con maggior naturalezza e senza strascico polemici, c'è da domandarsi se il falso moralismo del pubblico italiano non voglia esattamente questo: qualcosa di cui sparlare e qualcuno da poter additare dopo essersi erti giudici supremi della moralità. In fondo ci sarà pure un motivo se le lobby integraliste internazionali hanno scelto l'Italia per la loro colonizzazione, ritenendola una possibile terra di conquista dotata di un bigottismo più simile a quello polacco o ucraino che alla mentalità più aperta di Francia, Germania o Regno Unito. Evidentemente a noi non piace guardare gente libera di fare ciò che vuole, a noi piace guardare persone che fanno ciò che possiamo criticare dopo aver premesso che ci sentiamo migliori di loro.

Immagini: [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]
Commenti