Intervista a Damiano Dario Ghiglino in occasione dell'uscita di “Il sole d’agosto sopra la Rambla”



I “giovani tramonti”, un gruppo di ragazzi gay uniti dall’amicizia , si ritroveranno e ritroveranno sé stessi durante una torrida estate spagnola.
David e Borja sono due diciottenni catalani che dovranno affrontare le prime avvisaglie dell’amore, Miguel invece ha quasi trent’anni ed ha amato fin troppo, fino a logorarsi.
E poi ancora Antonio, Fernando, Julio, Emilio… attraverso personaggi tanto singolari quanto verosimili, ripercorriamo la quotidianità, le preoccupazioni e le piccole tragedie di una gioventù che è catalana , ma prima di tutto occidentale.

“Il sole d’agosto sopra la Rambla” è l’ultimo libro a a tematica lgbt di Damiano Dario Ghiglino, disponibile sia in formato cartaceo che digitale su Amazon.it e in versione eBook su Kobo.


Di cosa parla il libro?
Il libro parla innanzitutto di vicende, storie di vita, dalle quali Borja, il più riflessivo e inquieto del gruppo, trarrà delle deduzioni importanti che lo aiuteranno a rivelarsi come uomo e ad arrivare con fatica a cogliere il senso della propria esistenza.
Anche Miguel, Emilio, persino Antonio e gli altri personaggi capiranno gradualmente delle cose che li cambieranno per sempre.
Per questo direi che il tema principale del romanzo è il viaggio interiore, spesso ricostruito a ritroso, attraverso flashback , tra le storie frammentate e le vicende in disordine dei protagonisti.

Perché hai scelto Barcellona come ambientazione?
Non è solo la Barcellona turistica di Plaza Espanya e Plaza Catalunya a rappresentare l’ambientazione del libro, bensì anche una Barcellona che sta dietro la Rambla, nelle retrovie, accortamente nascosta. Persino Julio, uno dei personaggi più chic del romanzo, vive in un rione d’immigrazione a L'Hospitalet de Llobregat.

Come ti è venuta l'idea di scriverlo?
Non fa parte di nessun filone, anche se forse avrà un seguito. E' molto differente dal precedente "Nessuna pietà per gli angeli borderline" che ho pubblicato nel 2015, sotto certi versi opposto. Volevo cimentarmi in qualcosa di nuovo.

Damiano Dario Ghiglino (Genova, 1990) ha pubblicato "Paradisi senza luce" (2013), "Nessuna pietà per gli angeli borderline" (2015) e "Il ritorno dal mondo delle idee" (2017)
Commenti