Nausica Della Valle, inviata di Quinta Colonna: «Ero omosessuale, Gesù Cristo mi ha guarita»



Nausica Della Valle è l'inviata di Quinta Colonna, una trasmissioni fortemente partitica che la mandano in giro per l'Italia a raccogliere l'umore della piazza attraverso crocchi di persone che le raccontano che i rumeni sarebbero tutti cattivi, che i migranti sono tutti terroristi o che è per colpa dei profughi se non c'è lavoro.
Ora la giornalista ha trovato spazio anche sulle pagine propagandistiche di Gianfranco Amato, proposta come la "prova" del fatto che i gay sarebbero dei "malati" che possono "guarire" nel nome di Dio. Dalla sua pagina Facebook, il leader integralista scrive:

La bellissima testimonianza di Vita della giornalista Nausica Della Valle: "ero omosessuale, Gesù Cristo mi ha guarita!"
"I miei genitori litigavano sempre, ho trovato l'amore a 10 anni in un'altra bambina della mia età e da lì ho capito di essere lesbica... Ma era un inganno del Nemico e della società... Dopo una vita da "convinta omosessuale" il Signore mi ha aperto gli occhi e tolta dall'inganno...

Se pare curioso che si possa sostenere che una bambina di 10 anni abbia una sessualità completa e matura al punto da poter parlare di un chiaro orientamento sessuale, l'intervista trasmessa dal canale evangelico TBNE (lo stesso che già promosse l'ideologia di Gianfranco Amato) viene introdotta in maniera ancor più violenta:

Incredibile testimonianza di conversione di Nausica della Valle (giornalista) uscita dalla bulimia, dal fumo e dall'omosessualità grazie a Gesù.

Sembrerebbe evidente la malafede di chi pare capace di includere l'omosessualità in un elenco di malattie, gravissimo è come tutto ciò venga fatto all'interno di un prodotto confezionato appositamente per essere servito con finalità di disinformazione a danno di un intero gruppo sociale.

Nella lunga intervista rilasciata al telepredicatore Chuck Hall, Nausica Della Valle dice di essersi convertita al cristianesimo tre anni fa ed esordisce subito dicendo che vuole essere definita una «ex-omosessuale, ex-bulimica, ex-anoressica, ex-allergica».
Racconta di essere nata in una famiglia cristiana cattolica e che suoi genitori non gli davano abbastanza amore. Sostiene così che «le prime attenzioni le ho avute da una bambina, alle elementari, che mi guardava come se fossi un bambino perché avevo il capello corto-corto da maschietto. Quelle attenzioni continue mi facevano pensare a lei e non vedevo l'ora di andare a scuola. Avevo dieci anni e mi nascondevo il seno perché volevo sembrare un maschietto. E lì, purtroppo, sappiamo che il nemico usa molte armi e lì non è stato un bambino che mi ha corteggiato ma è stata una bambina».
Racconta così che per colpa di quei genitori con cui lei non parlava, «questo semino ha iniziato a germogliare. Ho iniziato a fidanzarmi dopo un anno con dei maschietti per cercare di camuffare questo disagio. Il nemico non vede l'ora, le sue macchinazioni vengono stampate nella mente. Mi fidanzavo con i ragazzetti ma pensavo sempre alle donne, fino a quando ho avuto esperienze vere».

L'inviata di Quinta Colonna inizia a dire che è solo per colpa di chi le diceva che esistesse la bisessualità che lei si sentiva legittimata ad essere tale, mimando delle virgolette quando si parlava della possibilità che un orientamento non eterosessuale potesse essere considerato "naturale". Lamenta che la società non le abbia detto che l'omosessualità era sbagliata e che il suo essere donna le imponeva di dover far sesso solo con uomini. Arriva così a dire che «tra le varie fidanzate che ho avuto, fu proprio l'ultima -cristiana-evangelica- che mi ha portato in una chiesa cristiano-evangelica. E lì ci fu l'apoteosi. Già prima di entrare sentii un cantico meraviglioso e lì ci fu l'apertura del mio cuore. Piangevo e quando sono entrata in chiesa avevo fame e ogni domenica volevo andare a sentire la parola. Sentivo gente che mi abbracciava, che mi accoglieva». Insomma, frasi un po' ipocrite dette da una donna che lavora in una trasmissione che invita a rifiutare ogni forma di accoglienza al prossimo.
Riparte così a raccontare che «iniziavo a bisticciare con la mia ex perché volevo andare sempre in chiesa e non si andava più al mare o in gita. E ci fu una domenica in cui lei non volle entrare e rimase in macchina. Io entrai in chiesa e mentre ascoltavo la predicazione, il signore, con voce udibile, mi ha parlato. Ho sentito due mani dietro che mi hanno toccato e una voce dolcissima che mi diceva di stare tranquilla. In contemporanea venne un fratello della corale che mi disse che il signore lo mandava a dirmi che volava il mio cuore, ma il mio cuore era diviso a metà ma lui lo voleva completamente. E poi un pastore mi disse che il signore aveva un grande progetto per me e che sarei stata una grande testimonianza delle opere potenti del signore. Il signore mi diede poi la forza di chiudere con la mia ex. Dopo un mese sentì il bisogno di fare il battesimo in acqua. Il 1° febbraio di tre anni fa feci il battesimo in acqua e dichiarai a Dio questo patto di discepolato, dando completamente la mia vita al signore. Poi ho iniziato a volere il battesimo delle spirito santo e pregavo ogni giorno: signore, io faccio la televisione e stavo nel mondo dell'omosessualità, due mondo in cui satana governa potentemente, riempimi con la tua potenza. Dopo due mesi e mezzo di ha battezzato nello spirito santo».
Raccontando di aver iniziato a parlare una lingua sconosciuta e di essere stata svegliata ogni notte da Dio. Sostiene pure di aver visto una presenza di Dio sul suo letto e di essere stata posseduta dallo spirito santo. Ovviamente non manca di dire che Dio le avrebbe comunicato che Satana doveva stare lontano dalla sua famiglia. Ed è in quel mentre che afferma: «Il signore mi ha liberato dalla mia omosessualità. Una mattina ero a casa e ho detto al signore che volevo studiare la parola e lui mi parlò con voce udibile e mi disse che lui era maschio e femmina e che aveva creato l'uomo e la donna e che quindi tutto ciò che era al di fuori della sua creazione è un inganno della menzogna, Satana. Poi mi mise davanti, segnatevelo, il Levitico 18-22, Levitico 20-13. Poi mi mise davanti Romani 1 dal 4 alla fine del capitolo, e poi Primi Corinzi 6, 9, 10 e 11. E io lì lessi che Dio aveva abbandonato a passioni infami uomini con uomini e donne con donne, li aveva abbandonati al loro traviamento. L'omosessualità è un abominio agli occhi di Dio. E purtroppo si parla troppo poco nelle chiese di come sia un abominio. Il signore mi ha parlato e mi ha liberato all'istante».

Interessante è come TBNE presenti l'intervista alla giornalista di Quinta Colonna in associazione con la propaganda per Gianfranco Amato, asserendo che «Nausica ci racconterà la sua liberazione dall'omosessualità, bulimia e dipendenza dal fumo, Gianfranco ci spiegherà i pericoli della teoria Gender e delle nuove Leggi proposte dal Parlamento italiano». In altre parole, confermano come tutto quel racconto sarebbe finalizzato ad una chiara promozione politica.
Nel proseguo della sua intervista, appare abbastanza irresponsabile come Nausica Della Valle inviti i telespettatori ad ignorare i pareri medici e a ignorare le terapie proposte nella speranza che lo spirito santo passa guarirle. Il riferimento, questa volta, era a dei fibromi identificati nel corso di un'ecografia.
Ed ancora, dice che ogni religione diversa dal cristianesimo sarebbe «un inganno di Satana» e che quindi non bisogna assolutamente pensare che la libertà di culto altrui possa valere quanto quella dei cristiani. Ed ancora: «Non siamo tutti figli di Dio. Siamo creature di Dio perché Dio ha creato il nostro spirito nel terzo cielo, che è quello in cui abita, ma diventiamo figli di Dio solo ed esclusivamente se accetti Gesù come personale signore e salvatore. Non c'è Budda o Maometto».

Clicca qui per guardare l'intervista.
4 commenti