Roma, scritta omofoba alla stazione Giustiniana



«No gay-no gender». È questa la scritta con cui ignoti hanno imbrattato i muri della stazione La Giustiniana di Roma Nord, inneggiando a mera omofobia e a quella truffa culturale ideata dall'integralismo cattolico come paravento per giustificare sessismo, misoginia e odio contro ogni forma di diversità.
Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center, denuncia: «Riteniamo questa scritta discriminatoria volta ad intimidire diverse coppie di studenti lesbiche, gay e persone trans che hanno chiamato il numero verde di Gay Help Line 800713713, riferendoci che negli ultimi giorni si salutavano con un bacio, o stavano mano nella mano, vicino la stazione prima di andare a scuola, ed avevano già ricevuto frasi di scherno. Richiediamo alla sindaca Raggi di far cancellare le scritte dall'unità del decoro urbano, e dedicare quel muro ed altri a murales contro le discriminazioni ed a sostegno delle coppie lesbiche e gay che quotidianamente vengono ancora oggi derise ed offese».
«La nostra associazione -conclude Marrazzo- può fornire molti writers che hanno dato la loro disponibilità a titolo gratuito per colorare la Capitale contro l'omofobia ed a tutela delle coppie lesbiche e gay, per rendere Roma una città più colorata e gay friendly, come molte capitali europee, che hanno murales di coppie lesbiche e gay anche in pieno centro»
1 commento