Bologna. Ignoti marchiano la casa di un ragazzo gay



Pierfrancesco è un 21enne che vive in un piccolo monolocale di Bologna. Nella notte, ignoti hanno marchiato la porta e la finestra di casa sua con la scritta «Gay». Un marchio che tanto ricorda l'italia fascista che marchiava case e negozi ebrei ritenendolo un simbolo di infamia.
Siamo dunque arrivati ad una guerriglia in cui dei giovanissimi vengono importunati sin dentro la lori casa solo perché un branco di integralisti non tollera si possa amare senza prima aver ottenuto la loro autorizzazione.
Commenti