Diffuso il video del senatore che "difendeva i valori tradizionali", beccato con un prostituto minorenne



La polizia statunitense ha rilasciato il filmato che ha incastrato Ralph Shortey, un senatore repubblicano che si è dimesso dopo essere stato coinvolto in un caso di prostituzione minorile. Il filmato mostra l'arrivo della polizia dinnanzi alla camera del motel dove il politico dai "valori tradizionali", sposato e con figli, è stato sorpreso insieme ad un un ragazzo di 17 anni che si era prostituito.
Shortey era uno dei principali membri della squadra repubblicana incaricata di gestire la campagna elettorale di Donald Trump in Oklahoma.
Nonostante in Oklahoma l'età consensuale sia stata fissata a 16 anni, la legge sulla prostituzione minorile si applica alle tutte le persone al di sotto dei 18 anni.

Nel filmato si vede un ufficiale di polizia che gli intima: «Hai un giovane nella tua stanza di motel ... esci prima che mi preoccupi. Mostrami le tue mani». Shortey indossava una maglietta con un versetto della Bibbia (Efesini 5:22) sulle donne che devono sottoporsi alla volontà del loro marito, con aggiunta la frase: «Fammi un panino». Quando il poliziotto gli ha detto che il ragazzo nella sua stanza aveva 17 anni, il senatore ha dapprima cercato di giustificarsi dicendo di essere il suo mentore: «Stavano semplicemente uscendo e parlando della vita ... non riesce a diplomarsi e io sto cercando di aiutarlo a rimettersi in pista».
Tale tesi verrebbe sconfessata dai messaggi che il senatore aveva inviato al ragazzo: «I'm gonna f**k you like a good little boy if you keep calling me daddy», diceva in uno. In altri messaggi dichiarava di voler far sesso con la «boy pussy, baby boy». Si tratta di frasi che in italiano suonano come: «Sto venendo a fotterti come un bravo ragazzino se continui a chiamarmi papà». Nell'altro diceva di volere la «fi*a da ragazzo del «piccolo ragazzino» Insomma, avrebbe saputo benissimo che il ragazzo era giovanissimo e le sue intenzioni sessuali risultano alquanto evidenti.
Nell'ambito di un patteggiamento, lo scorso mese Shortey ha ammesso di aver avuto rapporti sessuali con minori in cambio del ritiro di altre accuse, Ora rischia una condanna ad almeno 10 anni di carcere.

Shortey si autodefiniva un «difensore dei valori tradizionali» e aveva regolarmente sostenuto numerose legge contro le persone lgbt. Solo pochi mesi prima del suo arresto, votò a favore di una norma che autorizzasse gli imprenditori a discriminare i lavoratori gay.

Clicca qui per vedere il video diffuso dalla polizia.
4 commenti