"Nulla fallisce" di Al



Ricordate il romanzo "Nulla fallisce"? Ne parlammo un anno fa, annunciando che sarebbe stato disponibile gratuitamente sui digital store per un periodo limitato.
Nei primi sei mesi l'acquisto del libro è andato al di là di ogni previsione, poi la decisione di introdurre un prezzo di copertina ha inevitabilmente rallentato il trend. L'autore ci ha raccontato di aver compiuto quella scelta con l'intento di conferire maggior dignità all'opera e non tanto per una qualche brama di guadagno. Il mitico per cui torniamo a parlarne è una riflessione che ha portato l'autore a ragionare sul fatto che quel libro era stato scritto per essere letto e se qualche spicciolo rappresentava una barriera, allora tanto valeva togliere quell'impedimento e riportare il romanzo ad essere completamente gratuito.

L'opera è il racconto autobiografico di uno studente di un istituto tecnico in provincia di Treviso che ha la "colpa" di essere grasso e di essere essere gay.
Due semplici caratteristiche naturali lo porteranno a subire il bullismo di compagni di scuola, tra il suo tentare disperatamente di sottrarsi ai suoi carnefici e il finire puntualmente nelle loro grinfie. Pestaggi, insulti, derisioni e botte diventano il suo pane quotidiano, accerchiate da un assordante silenzio. Si arriverà al racconto di uno dei suoi professori che si accontenta di liquidare con una sgridata all'acqua di rose quel branco che stava tentando di abusare di lui con un manico di una scopa. Non ci sono denunce, ma una convivenza con un calvario quotidiano in tempi in cui di certi argomenti era meglio non se ne parlasse.
A casa le cose non vanno meglio, con un padre che vuole un figlio maschio ed eterosessuale al punto da arrivare a pagare una prostituta nella speranza potesse "guarirlo". Il protagonista fuggirà, cercando un rifugio da quell'orrore. L'amore sarà per lui un primo sollievo, anche se poi arriverà un insperato lieto fine (qui trovare un interessante articolo per chi volesse approfondire).

Il romanzo è disponibile in versione digitale su Amazon, Google Books e Feltrinelli.
Commenti