Biassono. La Lega reintegra il capo dei vigili che si veste da nazista



Giorgio Piacentini è il comandante della polizia locale di Biassono, in provincia di Monza. La sua storia è finita sui quotidiani dopo che si è scoperto che il comandante si dilettava a pubblicare su Facebook delle fotografie in cui indossava l'uniforme delle SS.
Dopo un solo anno di "declassamento", come se nulla fosse , l'amministrazione leghista ha deciso di renintegrare Piacentini nel suo ruolo di comando.
A darne notizia è il quotidiano La Repubblica, che spiega anche come Piacentini parteciperà il 3 gennaio «alla commemorazione dell'eccidio di Valaperta di Casatenovo, la pagina più nera del fascismo in Brianza. Il 3 gennaio 1945 quattro partigiani furono fucilati, senza processo per rappresaglia, dopo l'omicidio del repubblichino Gaetano Chiarelli da parte di Nazzareno Vitali, ventiquattrenne di Bellano». Il quotidiano spiega anche che «ad annunciare la presenza di Piacentini alla cerimonia è lo stesso sindaco di Biassono, Luciano Casiraghi della Lega, che ieri lo ha reintegrato al vertice dei vigili, provocando le critiche dell'Anpi, l'associazione nazionale partigiani».
1 commento