Il brano degli ultracattolici che inneggia al sesso bareback



«Mio nonno e mia nonna erano più avanti, si amavano fino in fondo senza i guanti». È questo il testo dell'elogio al sesso bareback (rigorosamente eterosessuale) contenuto nel nuovo brano dei Mienmiuaif, il duo musicale promosso da Costanza Miriano che indica quale sua massima aspirazione la possibilità di poter essere trasmessi da Radio Maria.
Nel surreale testo, i due due autori sostengono che «l'amore contemporaneo è una ginnastica» o che se non si vuole che ai ragazzi si insegni come proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibile, allora «basta andare via» per aderire a quelle scuole paritarie promosse da Adinolfi, vera e propria garanzia di un indottrinamento che, mediante l'oscurantismo, eliminerà ogni possibilità di confronto e fornirà la certezza di impedire lo sviluppo di pensieri che non siano una espressione dei desideri dei loro genitori-padrone.
Il video che accompagna il brano alterna le immagini di preti single a coppie che che si vantano di fare sesso senza protezioni, tra le quali anche quella formata da Maria Rachele Ruiu e quel suo fidanzato che le chiese la mano con un cartello esposto al "family day" di Gandolfini. Peccato che la signora Ruiu, parte del direttivo della Manif pour tous e dipendente della CitizienGO dell'integralista spagnolo Ignacio Arsuaga, siqa anche tra gli autori del Progetto Pioneer, il corso di educazione sessuale approvato da Forza Nuova che è già stato portato in alcuni istituti scolastici. Si spera non sia andata in quelle classi a dire ai ragazzi che non è necessario proteggersi dalle malattie sessualmente trasmissibili perché nonno e nonna lo facevano a pelle...

Clicca qui per guardare il video.
2 commenti