Anche Mantova avrà il suo Pride



Anche Mantova si unisce alle città lombarde impegnate nell'organizzazione di un Pride. La parata è fissata per il 16 giugno e la giunta comunale ha già concesso il suo patrocinio all'evento.
Diego Zampolli, presidente di Arcigay La Salamandra, dichiara: «Il Pride in passato e oggi, è il mezzo per rivendicare i diritti, per affermare l’esistenza della propria identità e del proprio orientamento sessuale. Tema di quest’anno, quello del coming out, l’uscire fuori, il manifestare la propria identità e dimostrare l’orgoglio della molteplicità umana».
Immancabili sono state le polemiche del centrodestra, in quell'italietta in cui le destre pensano ancora che la loro ideologia politica li obblighi ad inneggiare ai distinguo del Ventennio e non certo a far propri i diritti che le destre europee hanno ormai recepito da anni. Ed è così che chiedono che il Comune finanzi un evento affidato alle parrocchie in cui si possa sostenere la supremazia delle famiglie eterosessuali e dei coiti vaginali compiuti senza preservativo.
3 commenti