Mark Salling si è impiccato



È il assistente del coroner di Los Angeles, Ed Winter, ad aver confermato le prime indiscrezioni sulla causa della morte di Mark Salling: l'attore è morto per asfissia da impiccagione.
Noto al grande pubblico per aver interpretato il personaggio di Noah Puckerman nella serie televisiva "Glee", aveva solo 35 anni. Si è impiccato a un albero nella zona di Sunland, a Los Angeles, probabilmente a seguito dei fatti giudiziari che lo avevano visto patteggiare l'ammissione di colpevolezza per l'accusa di detenzione di materiale pedopornografico. Salling era ancora in attesa della sentenza e rischiava da uno a sette anni di carcere.
Un amico racconta che Salling fosse diventato molto depresso dopo che quasi tutti i suoi amici si allontanarono da lui in seguito allo scandalo.
Commenti