Roma. L'irruzione delle forze di polizia interrompe l'elezione di Mr Rubber



È presso il Bunker di Roma che sabato sera si sarebbe dovuta tenere l'elezione di Mr Rubber Italia 2018, organizzata dal Leather Club della capitale. Ma la competizione non ha potuto aver luogo a causa dell'irruzione nel locale da parte delle forze dell'ordine: una trentina d’agenti delle forze di polizia e di personale del corpo dei vigili del fuoco, dell'Asl e della Siae hanno eseguito controlli dalle 23:30 sino alle 02:30 del mattino.
I presenti hanno dovuto mostrare i loro documenti e hanno dovuto subire controlli con cani antidroga, senza che nulla sia stato trovato. Poi il locale è stato posto sotto sequestro per la presenza di due tende qualificate quale materiale incendiatile.
Dal suo profilo Facebook, il locale commenta: «Quello di ieri sera non è stato un banale controllo ma un atto di potere mirato a recare danno alla nostra associazione. Per quattro ore più di 30 operatori tra Siae, Polizia, Asl, Carabinieri e Finanza con cani antidroga, hanno cercato il cavillo per farci chiudere coattamente. Trattandosi solo di banali contestazioni in quanto la struttura è a norma di legge e rispetta tutte le regole in fatto di permessi speriamo di poter tornare il prima possibile. Nel frattempo, nonostante la delusione per questo sistema ipocrita e "dittatoriale", vogliamo ringraziare tutte le persone che ci stanno sostenendo e ci sono vicine. Vinceremo noi anche stavolta, non perché siamo i più forti ma perché agiamo sempre nel rispetto di tutti».
1 commento