Scuole paritarie, Pasqualato ci conduce dentro le realtà integraliste di indottrinamento dei bambini



Oltre ad abusare di soldi pubblici destinati ai bambini autistici per promuovere fantomatiche "cure" dell’omosessualità in onore e gloria del "generale" Gianfranco Amato, l'adinolfiniano Nicola Pasqualato è uno di quei genitori che non vuole che i suoi figli possano andare a scuola perché teme che qualcuno possa dire loro che l'omosessualità non è sbagliata o che papà non merita privilegi sociali esclusivi in virtù di come si vanti pubblicamente di portarsi a letto mamma.
Ed è così che l'ultra-integralista ha deciso di aderire al protocollo di indottrinamento dei minori suggeritogli da padron Adinolfi, sottraendo i suoi figli da una vita sociale per recluderli in una casa in cui nessuno potrà mai mettere in discussione ciò che il padre gli dirà, garantendo una forgiatura a sua immagine e somiglianza. Il tutto viene documento in un video che lui stesso ha diffuso in rete, nel quale si mostra fiero mentre dice a sua figlia: «Oggi parliamo del Sistema Solare. Ma prima ringraziamo Dio per averci costruito il Sistema Solare. Nel nome del Padre, del figlio e dello Spirito Santo. Padre nostro che sei nei cieli...».
Finite le preghiere, si inizia a parlare degli «altri mondi» e di come i pianeti sarebbero riuniti in «famiglie», evidentemente da non confondersi con quelle famiglie gay che Pasqualato non vuole siano riconosciute.
Se forse non conviene domandarsi se Pasqualato ringrazierà Dio anche quando parlerà dei tumori o dei bambini che muoiono di leucemia, curioso è anche come il video venga firmato a nome della Veneto Autismo Onlus (l'associazione fondata da lui e da sua moglie) anche se non pare comprensibile come la promozione delle cosiddette "scuole parentali" possa avere inerenza con le finalità di un'associazione che riceve fondi pubblici destinati ai bambini autistici.

Clicca qui per guardare il video.
3 commenti